Coltello da cinghiale

Marche e modelli... di tutti i tipi: tattici, regionali, multiuso, da caccia ecc.

Re: Coltello da cinghiale

Messaggiodi Highlander il 14 Set 2015 15:34

Si beh ma per arrivare agli strati sottocutanei bisogna cmq tagliare la pelle per praticare delle aperture e in quel caso capita di prender dentro setole. Poi capita di toccare tendini, ossa....e lì il filo si sbecca anche se la lama è in superacciaio:)
Andrea

"Ora vedo il segreto per fare gli uomini migliori: crescere all'aria aperta, mangiare e dormire con la terra" Walt Whitman
Avatar utente
Highlander
Attività
Attività
 
Messaggi: 3594
Iscritto: 07 Lug 2010 13:07
Località: Treviso-drio el Sil

Re: Coltello da cinghiale

Messaggiodi boshi74 il 14 Set 2015 20:15

Highlander ha scritto:Si beh ma per arrivare agli strati sottocutanei bisogna cmq tagliare la pelle per praticare delle aperture e in quel caso capita di prender dentro setole. Poi capita di toccare tendini, ossa....e lì il filo si sbecca anche se la lama è in superacciaio:)


non credo proprio, altrimenti che superacciaio è? eusa_dance :hello:
Avatar utente
boshi74
Attività
Attività
 
Messaggi: 4921
Iscritto: 16 Gen 2010 18:24
Località: Roma

Re: Coltello da cinghiale

Messaggiodi Borgano il 14 Set 2015 22:00

peppe ha scritto:Io sono sicuramente più ignorante e non so risponderti. Comunque prima di arrivare alla pelle ci sono le setole e chi mi ha chiesto mi diceva che il coltello perdeva il filo quando doveva tagliare attorno le zampe.


:hello: In molte fasi la lama entra in contatto con le setole e le ossa, sia quando inizi lo scuoio sugli stinchi ed ancor più se speli la testa, molti cacciatori ne fanno un'eccezionale coppa di testa tagliandola con quella di maiale. Però se l'acciaio è buono e... buona la tempra, le setole saltano via che è una bellezza e per lo più ti finiscono negli occhi senza danneggiare per nulla la lama. Quanto alle ossa ed in particolare le zanne beh... queste sono un pò più coriacee, ma nulla che possa mettere in crisi una buona lama, due colpetti di acciarino diamantato ed è nuova. L'importante per me è non cercare l'affilatura perfetta, il meglio è una affilatura con la carteggiatrice con una 80 consumata che lascia quella micro seghettatura che conta più di mille affilature alla perfezione, lisce come l'olio.
:hello: :hello:
Mauro Poli (Borgano)
Dai diamanti non nasce niente... dal letame nascono i fior.
Fabrizio De Andrè
Avatar utente
Borgano
Attività
Attività
 
Messaggi: 6504
Iscritto: 16 Feb 2010 13:25
Località: Imola

Re: Coltello da cinghiale

Messaggiodi peppe il 16 Set 2015 12:40

Grazie, e se lo dici tu - in mateia di cinghiali - per me (che come ho detto, sono un consumatore ultimo) è oro colato. :thankyou:
Εγώ ειμί ό δεμιουργός
Avatar utente
peppe
Attività
Attività
 
Messaggi: 2114
Iscritto: 07 Apr 2009 14:29
Località: abito a Cormons (GO) - sono di Napoli

Re: Coltello da cinghiale

Messaggiodi vicfury il 17 Set 2015 21:02

a proposito , ho appena comprato la versione militare di questo combo della Knives of Alaska che nasce appositamente per la caccia. E' composto da una mannaia/skinner, impressionante, e un coltellino per il lavori di fino...peccato non si trovi in Italia...
https://www.youtube.com/watch?v=jlYXV0PAH4o
https://www.youtube.com/watch?v=rdIsySLfN70
Avatar utente
vicfury
Attività
Attività
 
Messaggi: 121
Iscritto: 24 Feb 2010 20:54

Re: Coltello da cinghiale

Messaggiodi alessio pau il 17 Set 2015 23:19

Si trova ma a tipo 390€ !!!! Nn mi ricordo dove li ho visti xo !! Versione manico n cervo eusa_doh eusa_doh eusa_doh
Avatar utente
alessio pau
Attività
Attività
 
Messaggi: 621
Iscritto: 27 Ago 2014 16:20
Località: jesolo pineta ( drio el piave)

Re: Coltello da cinghiale

Messaggiodi AleRu il 26 Nov 2016 15:52

Ciao tutti,
ho letto con interesse la discussione e, dato che sono in procinto di acquistare un coltello tutto-caccia, vorrei chiedervi qualche consiglio.
Fino ad oggi ho sempre utilizzato dei coltelli a serramanico artigianali sardi con lama pattadese o arburese per lo scuoio, acciai di qualità non eccelse. Ho sempre provveduto ad affilare la lama spesso durante il lavoro e a pulire con attenzione il coltello subito dopo.
Ora mi sono deciso a fare un upgrade e sto cercando qualcosa che abbia una maggiore capacità di tenere il filo e di resistenza all'usura e per questa ragione ho iniziato a dare uno sguardo a coltelli con acciai di un certo livello, a partire dal D2 fino ad arrivare ad Elmax, CPM 20CV, CPM S35VN o CPM S30...
Ora vorrei chiedervi: sono lame con cui mi posso dimenticare dell'acciaino usato in continuazione oppure sarà sempre necessario ravvivare il filo? E' possibile farlo con un acciaino diamantato oppure sarà sempre necessario portare il coltello a riaffilare? Sono lame che mi darebbero l'autonomia di lavorare su 2-3 cinghiali a giornata, iniziando dallo scuoio fino alla lavorazione della carne passando per la smembratura e spolpatura con i continui contatti con ossa etc etc?
Ogni tipo di consiglio, anche quelli su modelli già in vendita, è ben accetto.
Grazie
AleRu
Attività
Attività
 
Messaggi: 1
Iscritto: 24 Nov 2016 11:29

Re: Coltello da cinghiale

Messaggiodi Borgano il 29 Nov 2016 00:07

:hello: Il coltello con il quale puoi dimenticare l'acciarino non esiste se vuoi scuoiare cinghiali. Certo se acquisti un ottimo acciaio puoi fare una affilatura vera e propria ogni morte di papa, fermo restando che saltuariamente devi passarlo sull'acciarino (diamantato). In una giornata mi è capitato di scuoiare anche 5 animali toccando ossa e pelo che è quasi peggio perché pieno di terra.
Certo devi guardare bene l'acciaio ed affidarti ad una fonte sicura, coltelli a basso prezzo vantati di grande acciaio lasciali stare, solitamente sono sole-
:hello: :hello:
Mauro Poli (Borgano)
Dai diamanti non nasce niente... dal letame nascono i fior.
Fabrizio De Andrè
Avatar utente
Borgano
Attività
Attività
 
Messaggi: 6504
Iscritto: 16 Feb 2010 13:25
Località: Imola

Precedente

Torna a Coltelli sportivi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessun iscritto e 2 ospiti