STABILIZZARE IL LEGNO

Materiali e tecniche di lavorazione, scrimshaw

STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi duccio piras il 05 Nov 2019 15:06

Salve, ho letto che molti di voi provvedono in proprio alla stabilizzazione del legno, così vorrei costruirmi da solo una pompa per il vuoto e provare anche io in questa operazione. Diciamo che sull'apparecchiatura ho già un'idea di come fare fare, la mia domanda invece riguardava la procedura. Una volta arrivati ad ebollizione della soluzione e quindi osservando le bollicine che fuoriescono dal legno, quanto tempo bisogna mantenere lo stato di vuoto perchè il risultato sia completo? Mi spiego, basta aspettare che finiscano le bolle? oppure serve altro tempo? Bisogna ripetere loperazione fino a quando non si vedono più bolle fuoriuscire dal pezzo? Insomma, vorrei sapere qual'è il procedimento corretto, sempre che qualcuno abbia la pazienza di darmi una cortese delucidazione in merito. Intanto ringrazio tutti per la pazienza. Inoltre, si possono stabilizzare tutti i legni?
un saluto a tutti

duccio
Avatar utente
duccio piras
Attività
Attività
 
Messaggi: 46
Iscritto: 11 Giu 2019 13:54

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi ziociccio il 05 Nov 2019 15:21

E' una cosa che interessa anche a me, se riesco a procurarmi un vecchio compressore per frigo vorrei provare a costruirmene uno anche io.
E poi ovviamente anche la procedura corretta per la stabilizzazione, la pressione da raggiungere, le resine da usare etc...

Seguo la discussione con interesse.
:hello:
Claudio

Coraggio, il meglio è passato
Ennio Flaiano
Avatar utente
ziociccio
Attività
Attività
 
Messaggi: 2113
Iscritto: 31 Ago 2013 12:03
Località: Provincia di Avellino

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi Manuel il 05 Nov 2019 23:18

Per stabilizzare il legno in maniera perfetta e seria, cioè come i blocchetti che vendono, bisogna avere il succo di cactus.
Solitamente si commercia con il nome di cactus juice.
Si immerge il pezzo di legno nel succo si mette in depressione ( -0.9 bar) e si attende che non ci siano più fuoriuscite di bolle, questo significa che l'aria è uscita dal legno. Lo si lascia ancora un paio d'ore in modo che il legno assorba il succo. A questo punto lo si faccia nella stagnola e lo si mette in forno a 70 gradi per un ora mi pare.
Col calore il succo diventa duro come la resina e il gioco è fatto.
Premetto che il legno deve essere perfettamente secco. Questo di valuta pesando il legno con una bilancia precisa, lo si mette in un posto asciutto e caldo ( io vicino alla stufa, non troppo seno si imbarca) e si pesa una volta al giorno per una settimana, se il peso non cala vuol dire che non sta evaporando acqua quindi ok.

Prego: stabilizzazione perfetta, il succo che avanza di riutilizza all'infinito.
Difetti: i costi. Con quello che costa il succo uno si compra i blocchetti già stabilizzati.

Altro metodo. Stesso processo ma con resine epossidica bicomponenti a lunga essiccazione.

Pregi: stabilizzazione perfetta
Difetti: reperibilità delle resine, lampadine che avanza catalizza e quindi si butta, costi forse più alti.

Terzo metodo: paraloid b72.
Si scioglie il paraloid in acetone e.una volta che si ha la miscela si mette sotto vuoto, una volta che non ci sono più bolle lo si lascia 24 ore in soluzione e poi si tira fuori, l'acetone evapora mentre il paraloid b72 rimane intrappolato nel legno e lo protegge.

Pregi: stabilizzazione parziale del legno, prezzi accessibilissimi. 1kg di paraloid 30.euro su amazon acetone 3 euro al litro.
Difetti: stabilizzazione parziale che e sia un pregio che un difetto. È una via di mezzo, l'acetone che evapora va nelle membrane della pompa e a lungo andare la rovina.

Questa è in linea generale il discorso e quanto ho appreso fino ad oggi.

Ah! Si si possono stabilizzare tutti i legni e le radiche. :birra:
Avatar utente
Manuel
Attività
Attività
 
Messaggi: 971
Iscritto: 07 Ott 2018 23:19
Località: Savona

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi ziociccio il 06 Nov 2019 09:13

grazie Manuel

sto vedendo che c'è anche il Pentacryl (1 litro 36 euro), e ce ne sono anche altri ma bisognerebbe approfondire caratteristiche e prezzi
poi, se non ci sono alternative valide, per il succo di cactus si potrebbe anche fare un gruppo d'acquisto

sto vedendo anche che su Amazon vendono dei kit per il sottovuoto già assemblati, probabilmente una volta deciso che tipo di resina usare, mi orienterò su uno di quelli
:hello:
Claudio

Coraggio, il meglio è passato
Ennio Flaiano
Avatar utente
ziociccio
Attività
Attività
 
Messaggi: 2113
Iscritto: 31 Ago 2013 12:03
Località: Provincia di Avellino

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi duccio piras il 06 Nov 2019 12:01

grazie tante per la risposta esaustiva e tempestiva, ho solo una domanda, ma quando si lascia il pezzo in soluzione, deve essere sempre sotto vuoto oppure va scaricato il sistema e poi lasciato a riposare?
Avatar utente
duccio piras
Attività
Attività
 
Messaggi: 46
Iscritto: 11 Giu 2019 13:54

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi Manuel il 06 Nov 2019 12:15

Una volta che tiri fuori tutta l'aria dal legno tende ad andare a fondo.
Lo lasci lì così assorbe.
Nel caso del succo di cactus e della resina va bene anche in atmosfera.
Nel caso dell'acerone in contenitore ermetico seno ti evapora tutto l'acetone.
Una volta tolta l'aria col vuoto non è necessario mantenerlo.
Ma io per scrupolo lo l'ascio sotto vuoto nella pentola con rubinetto di entrata e uscita chiusi.
Il giorno dopo la.pentola è a -0.7 di solito invece si -0.9 perché qualcosa perde purtroppo. Ma poco di fa...
Io lo lascio 24 ore da quando ho tolto l'aria.
Ripeto il processo 3 volte.
Cosa che con il succo e la resina non è necessaria.
Il paraloid penetra poco quindi conviene fare il processo con guancette o blocchetti già sgrezzati.
Avatar utente
Manuel
Attività
Attività
 
Messaggi: 971
Iscritto: 07 Ott 2018 23:19
Località: Savona

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi jay il 06 Nov 2019 12:59

Tutto quello che dice Manuel è corretto, compreso il fatto che costa più farseli che comprarli.
I meccanici sono stati creati perché anche gli ingegneri hanno bisogno di eroi!
jay
Attività
Attività
 
Messaggi: 989
Iscritto: 16 Lug 2014 07:58
Località: Lurago d'Erba (CO)

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi duccio piras il 06 Nov 2019 13:04

ok grazie adesso è tutto chiaro, più che altro la comodità, piuttosto che il prezzo, sta nel fatto che li fai quando ti pare e soprattutto col legno che ti pare. icon_wink
Avatar utente
duccio piras
Attività
Attività
 
Messaggi: 46
Iscritto: 11 Giu 2019 13:54

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi ziociccio il 06 Nov 2019 16:35

jay ha scritto:...costa più farseli che comprarli.


e lo so, ma siccome ho una cassetta piena di radica di un castagno tagliato da mio padre volevo provare a stabilizzarla perché così a crudo tende a spaccarsi

o converebbe fare qualcosa tipo come ha fatto Knifer con l'epossidica trasparente?
viewtopic.php?f=24&t=21293&start=0&st=0&sk=t&sd=a
:hello:
Claudio

Coraggio, il meglio è passato
Ennio Flaiano
Avatar utente
ziociccio
Attività
Attività
 
Messaggi: 2113
Iscritto: 31 Ago 2013 12:03
Località: Provincia di Avellino

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi loneronin il 07 Nov 2019 12:22

dici che la radica di castagno ben stagionata tende a rompersi? io sapevo che i legni più "densi" non si stabilizzano. con la radica di castagno io farei solo un trattamento all'olio di lino ed essenza di trementina 50-50 finché assorbe e poi lucidatura. tra l'altro ho proprio il tuo stesso materiale che userò presto per un paio di coltelli che ho in cantiere.
don't tell me what I can't do
Avatar utente
loneronin
Attività
Attività
 
Messaggi: 633
Iscritto: 17 Mag 2008 21:20
Località: Torino

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi ziociccio il 07 Nov 2019 15:26

non è proprio stagionata, è stata tagliata due anni fa
qualche mese fa ho provato ad usarne un po' per fare delle guancette e si rompevano facilmente per via di fessure che nella radica di castagno purtroppo ci sono (mi è capitato anche con della radica comprata 5 anni fa)
vorrei trovare un modo per renderle più resistenti, soprattutto con spessori sottili
:hello:
Claudio

Coraggio, il meglio è passato
Ennio Flaiano
Avatar utente
ziociccio
Attività
Attività
 
Messaggi: 2113
Iscritto: 31 Ago 2013 12:03
Località: Provincia di Avellino

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi rol51 il 07 Nov 2019 22:09

Come dice bene Duccio la stabilizzazione fatta in casa ha solo il vantaggio di farsi i legni che si vuole. Ho intenzione di provare
a fare guancette con una pigna stabilizzata con resina epox, ho visto coltelli con questa manicatura e mi sono piaciuti.
Qualcuno di voi ha già provato con la pigna? La procedura penso che non sia uguale al legno perché gli spazi da riempire
sono molto più grandi, poi credo che la resina vada prima colorata. Qualcuno se sa dirmi qualcosa in proposito lo ringrazio.
rol51
Attività
Attività
 
Messaggi: 178
Iscritto: 15 Ott 2017 20:24
Località: Alghero ss

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi nerd il 08 Nov 2019 19:03

https://youtu.be/Hs73wzHzuxs
Guardati questo tutorial.....trovi la risposta a tutte le tue domande. ..
Il tipo è italiano anche se parla e scrive solo in inglese. ..
nerd
Attività
Attività
 
Messaggi: 507
Iscritto: 03 Ago 2014 11:58
Località: Salzano-venezia

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi rol51 il 08 Nov 2019 21:03

Grazie Nerd, l'ho trovato interessante.
rol51
Attività
Attività
 
Messaggi: 178
Iscritto: 15 Ott 2017 20:24
Località: Alghero ss

Re: STABILIZZARE IL LEGNO

Messaggiodi etabeta il 12 Nov 2019 13:32

Non incazzatevi per una domanda che può sembrare stupida ma che i vostri commenti ha suscitato in me...

Ma anticamente per l'impugnatura di un coltello, tipo Bowie o semplicemente da" caccia",venivano adottate queste tecniche "sottovuoto" e altre diavolerie, o si accontentavano di usare legni, o altro materiale,adeguato al lavoro da svolgere?
Un coltello Artigianale ,credo,debba attenersi alle tecniche dell'epoca ...Un coltello moderno può usufruire di tutta la tecnologia esistente,ma è un'altro oggetto.
Una impugnatura di un coltello,in legno,può essere semplicemente ..in legno? magari trattata con semplice olio di lino cotto?? O questa impugnatura è come diceva un noto attore cinematografico...(Una cagata pazzesca!) icon_e_wink icon_e_wink icon_e_wink
Le cose migliori si ottengono solo con il massimo della passione. (Goethe)
Avatar utente
etabeta
Attività
Attività
 
Messaggi: 795
Iscritto: 07 Feb 2014 21:11
Località: torino

Prossimo

Torna a Impugnature

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessun iscritto e 2 ospiti