Lame per cippatrice

Caratteristiche e utilizzo

Lame per cippatrice

Messaggiodi Junior73 il 02 Gen 2016 10:54

Salve a tutti ,
avrei la necessità di costruire delle lame di riserva per il mio cippatore che si occupa di triturare ramaglie varie allo scopo di produrre cippato da riscaldamento per stufe a pellet. Inoltre ho in progetto a breve la costruzione di un cippatore molto grande per poter produrre molto più materiale ogni ora (attualmente sono sul quintale l'ora parte da ramaglie di bosco e 1,5 quintali/ora raffinando il cippato grande).
Se costruire le lame è piuttosto semplice rimane un dubbio su quale acciaio scegliere. L'impatto e lo sforzo delle lame è notevole quindi ci vuole un acciaio che si consumi poco ma che non tenda a rompersi. Ci vorrebbbe un buon compresso tra costi dell'acciaio , facilità di lavorazione anche in casa, durata etc...
Posto due allegati dove ci sono sommariamente disegnati i coltelli (più piccolo per il mio cippatore attuale 10cm) e più grande per quello in costruzione.

Fino ad ora mi hanno dato le seguenti tipologie :

Acciao

c30 + boro
c35 manganese + boro
k100 k110

Grazie in aticipo per i consigli che vorrete darmi.

Saluti
Allegati
Cippatore Lama 250mm.jpg
Cippatore Lama 250mm.jpg (115.03 KB) Osservato 7461 volte
Cippatore lama 100mm.jpg
Cippatore lama 100mm.jpg (109.38 KB) Osservato 7445 volte
Junior73
Attività
Attività
 
Messaggi: 2
Iscritto: 31 Dic 2015 23:06

Re: Lame per cippatrice

Messaggiodi nerd il 02 Gen 2016 13:50

Magari se trovi delle lame da piallatrice......ti risparmi un bel po' di lavoro!
nerd
Attività
Attività
 
Messaggi: 692
Iscritto: 03 Ago 2014 11:58
Località: Salzano-venezia

Re: Lame per cippatrice

Messaggiodi Junior73 il 02 Gen 2016 14:17

Ciao Nerd,
sul mercato esistono i ricambi del mio cippatore (5 dollari per lama in Cina e 20 euro preso dagli importatori italiani) e forse non vale la pena di costruirle in questo caso ma per il nuovo cippatore i costi salgono notevolmente. Mi sto finendo una fresa cnc in cemento armato, mapefill e ferro con cui dovrei riuscire a fresare i 45° della parte di taglio e volendo anche i fori prima chiaramente della tempra.
Inoltre vorrei imparare a capirci di più sull'argomento poichè potrebbe servire per altri usi gravosi come questo. Vedo in questo forum molti esperti ed appassionati di coltelli e magari qualcuno ha provato a fare cose del genere.
Il piccolo cippatore/biotraturatore in mio possesso e la lama da costruire potrebbe essere un test per quello più grande. Il processo di tempra penso di farlo fare all'esterno.

Grazie comunque per la risposta.

Saluti
Junior73
Attività
Attività
 
Messaggi: 2
Iscritto: 31 Dic 2015 23:06

Re: Lame per cippatrice

Messaggiodi same35 il 25 Gen 2017 09:35

Buongiorno a tutti ho intenzione di costuirmi un cippatore per sminuzzare tutti i scarti di potatura, l'intento è di sminuzzarli in modo grossolano circa pezzi da 10, 15 cm ho visto le lame che si trovano in questa pagina qualcuno mi può dire se vanno bene e dove reperirle??
Grazie
same35
Attività
Attività
 
Messaggi: 1
Iscritto: 24 Gen 2017 08:37

Re: Lame per cippatrice

Messaggiodi Anto Ban 61 il 16 Ott 2017 11:15

Cosiderazioni:
Lame del genere devono essere fatte per resistere all’urto e all’usura...
Non sono due cosine banali...
Tenete presente che l’usura viene contrastata dagli elementi di lega, la resilienza invece (resistenza all’urto) viene data dalla durezza determinata dal trattamento termico.

Un acciaio base (di meno secondo me non merita...) è il D2 ( W.Nr. 1.2379) temprato a 58 HRc
giusto il costo, può essere una buona soluzione.

Poi si passa al tipo AISI A2 (W.NR.1.2363) che è perfetto per queste applicazioni, anche lame mulini per riciclo della plastica... temprato a 58 HRc resiste all’usura e garantisce un’ottima tenacità.

Si sale poi di qualità con uno tipo US2000 dove la qualità si arricchisce con gli elementi di lega, e si arriva a 62 HRc mantenendo la medesima tenacità.

Infine si arriva alle polveri, tanta roba... ma costi nettamente superiori.

Tutto ciò che è sotto il D2 non è da prendere sul serio, o si scheggia o si usura troppo facilmente...

A presto.
Mastico acciaio dal 1982...

"Tutto ciò che vedi intorno a te, se non è opera della natura, è servito un pezzo d'acciaio per realizzarlo"
Antonio Bandelli
Avatar utente
Anto Ban 61
Attività
Attività
 
Messaggi: 307
Iscritto: 28 Dic 2014 09:42
Località: Firenze

Re: Lame per cippatrice

Messaggiodi aeropianta il 25 Mar 2019 12:07

Salve. sono nuovo del forum.
tanta bella roba.
.. grazie per il consiglio ANTO BAN.
In realtà mi chiedevo se non potevano bastare il K720 o Aisi 01 più economici e facili da reperire e facili da gestire.
Le lame da cippatrice hanno una forma e uno spessore non indifferente vanno comunque rettificate dopo la tempra e riaffilate.
L'AISI 01 per quanto ho letto sembra abbastanza adatto alla fabbricazione di lame per lavorare il legno benché a bassa velocità…
..per i martelli considerando che in genere le cippatrici cinesi (riviste e rivendute anche negli USA) li montano in acciaio basso legato non potrebbe essere sufficiente uno c45?
aeropianta
Attività
Attività
 
Messaggi: 3
Iscritto: 23 Mar 2019 11:49

Re: Lame per cippatrice

Messaggiodi Cosimo de Febrari il 25 Mar 2019 15:18

come ha scritto ANTO BAN, direi che non vale la pena perdere tempo a costruirsi lame che poi durano poco, tanto vale andare direttamente dai cinesi.
Ho riaffilato le lame di un cippatore da 20 cv, niente di enorme, ma ho fatto in tempo a vedere i danno che provoca non tanto il legname quanto eventuali sassolini etc... Il materiale credo fosse un C50 o al massimo C70. Le lame erano non solo un po' stondate dall'usura ma soprattutto scheggiate, saltavano via pezzi.

Quindi se devi investire del tempo fallo con materiali che ne valgano la pena :ok:

C.
futu end ica usaho movi vit
Avatar utente
Cosimo de Febrari
Attività
Attività
 
Messaggi: 2457
Iscritto: 28 Ott 2009 17:28
Località: Colli Euganei (Padova)

Re: Lame per cippatrice

Messaggiodi aeropianta il 26 Mar 2019 09:08

Cosimo de Febrari ha scritto:come ha scritto ANTO BAN, direi che non vale la pena perdere tempo a costruirsi lame che poi durano poco, tanto vale andare direttamente dai cinesi.
Ho riaffilato le lame di un cippatore da 20 cv, niente di enorme, ma ho fatto in tempo a vedere i danno che provoca non tanto il legname quanto eventuali sassolini etc... Il materiale credo fosse un C50 o al massimo C70. Le lame erano non solo un po' stondate dall'usura ma soprattutto scheggiate, saltavano via pezzi.

Quindi se devi investire del tempo fallo con materiali che ne valgano la pena :ok:

C.


beh allora il k720 o lo 01 (mi pare sia il k760) sarebbe un bel salto di qualità rispetto allo c70 e ancora di più rispetto allo c50.
parli delle lame del taglio o anche dei martelli?
andare dai cinesi sarebbe perfetto...alla fine fanno buone lame. ma quelle che servirebbero a me dovrebbero farle su misura.

l'idea è di ottimizzare il costo beneficio senza considerare le difficoltà intrinseche nel trattamento termico di materiali più "sofisticati". Sicuramente lo D2 e quello che sembra più adatto, ma anche teoricamente us2000.
tuttavia con il prezzo di una lama ne fai 4 in 01 le cambi e le riaffili spesso. alla fine devono spezzare ...non sono lame di una pialla..
spero di postare presto le mie esperienze personali a riguardo.
spero oggi di sbozzare i martelli in c45 affilerò le vecchie lame in dotazione (molto dure effettivamente, sembrano le lame della mia cesoia con una affilatura a 45°) e farò una modifica al tamburo per montarne 2 anzi che 1.
vi faccio sapere
aeropianta
Attività
Attività
 
Messaggi: 3
Iscritto: 23 Mar 2019 11:49

Re: Lame per cippatrice

Messaggiodi Cosimo de Febrari il 19 Apr 2019 09:33

aeropianta ha scritto:tuttavia con il prezzo di una lama ne fai 4 in 01 le cambi e le riaffili spesso. alla fine devono spezzare ...non sono lame di una pialla..
spero di postare presto le mie esperienze personali a riguardo.


Ciao,
ritorno su questo argomento perché mi accorgo solo ora di una imprecisione: una cippatrice non deve spezzare, deve tagliare. Poi se le lame non tagliano allora la cippatrice si limita a spezzare, ammaccare, piegare.... ma lo sforzo del motore, i consumi, la velocità di lavoro e il risultato finale sono molto differenti.

C.
futu end ica usaho movi vit
Avatar utente
Cosimo de Febrari
Attività
Attività
 
Messaggi: 2457
Iscritto: 28 Ott 2009 17:28
Località: Colli Euganei (Padova)


Torna a Acciai

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessun iscritto e 3 ospiti