Il mio primo coltello!

Marche e modelli... di tutti i tipi, per uso domestico e professionale

Il mio primo coltello!

Messaggiodi Sume il 27 Ott 2020 19:17

Salve a tutti,

Come ho avuto modo di fare presentandomi nell'apposito thread, vi rinnovo il mio interesse per la cucina. Nel corso del tempo mi sono trovato più volte di fronte a limiti tecnici dovuti al fatto di non essere in possesso del giusto strumento, nello specifico del giusto coltello per fare ciò che dovevo fare.
Ho un set da battaglia, e devo dire che mi ha deluso molto. In occasione del mio compleanno ho deciso di regalarmi un coltello più serio, con l'intenzione che rappresenti il primo della mia collezione di coltelli da cucina da custodire gelosamente.

Ma... bando alle ciance.

Mi piace molto l'acciaio damascato, ho letto di alcuni tipi di coltello che sono più rigidi, altri più flessibili e tutti servono a qualcosa.

Per come sono solito ragionare, invece di partire da zero e ricevere probabilmente una mitragliata di consigli, partirei da una mia idea e sarebbe interessante sentire critiche e commenti. Che ne pensate di questo modello?

Kasumi - modello Santoku, a circa 145 euro. Materiale lama: acciaio VG-10 – 32 strati di acciaio damasco piegato. Lama: nucleo temprato Rockwell 60°+/-1 – Acciaio inossidabile – Lunghezza 18 cm. Taglio su entrambi i lati a 'V'

Immagine

Ho letto che il modello santoku è un po' il tuttofare giapponese, la controparte del coltello da chef generico, con la differenza che si tratta di un coltello un filo più flessibile, che quindi magari ti segue sufficientemente bene anche nella sfilettatura di un pesce, pur non essendo lo strumento adatto a quell'uso lì. In sostanza però resta un coltello con il quale si può fare davvero di tutto, tranne andare a lavorare ossa o a disossare.

Che ne pensate?
Sume
Attività
Attività
 
Messaggi: 6
Iscritto: 26 Ott 2020 09:23

Re: Il mio primo coltello!

Messaggiodi Victor il 01 Nov 2020 22:32

Teniamo viva questa sezione icon_smile
Ti rispondo da neofita, butto lì la mia umile opinione.
Il coltello non sembra male, il damasco ha sempre il suo fascino ma in prima cosa dovresti essere soddisfatto te.
I coltelli sono più di semplice metallo, appena lo si prende in mano, dopo un minimo di confidenza, percepisci l'apprezzamento, si avverte proprio il piacere e le soddisfazioni nell'utilizzarlo, tutte quelle caratteristiche che sudano i coltellinai, l'equilibrio, la durezza, la forma, ecc fanno il loro lavoro, cosa inversa con i coltelli da battaglia icon_lol
Personalmente.. ho acquistato ultimamente un coltello da una nota azienda italiana (Maniago, non voglio dire di più), probabilmente condizionato dalla curiosità e dalle alte aspettative e ne sono rimasto un po' deluso, ora lo utilizzo di rado, mi sta un po' antipatico.. in casa adopero global con più di dieci anni alle spalle ma ben affilati,con un utilizzo meno frequente i calli sono meno problematici, personalmente non li ricomprerei, poi che dire, cucine ne ho viste parecchie, coltelli per le mani ne sono passati tanti e ho visto cuochi utilizzarli in ogni modo e per utilizzi non consoni, e confermo la regola che ogni lavoro vuole il suo coltello.
Sicuramente con un santoku fai tanto ma non tutto, è comunque il primo coltello da acquistare, con quel budget personalmente mi sarei indirizzato su un artigianale, cosa meno semplice da acquistare ma si tratta di altri livelli e qui sul forum ci sono tanti bei lavori!
il coltellaio fa sbavare :clap:
Victor
Attività
Attività
 
Messaggi: 4
Iscritto: 29 Mag 2020 18:49

Re: Il mio primo coltello!

Messaggiodi Sume il 02 Nov 2020 11:31

Victor ha scritto:Sicuramente con un santoku fai tanto ma non tutto, è comunque il primo coltello da acquistare, con quel budget personalmente mi sarei indirizzato su un artigianale, cosa meno semplice da acquistare ma si tratta di altri livelli e qui sul forum ci sono tanti bei lavori!
il coltellaio fa sbavare :clap:


Potrebbe essere un'idea valutare l'acquisto di un artigianale, ma indipendentemente dal prezzo la vedo in questo modo: per acquistare un coltello artigianale, è necessario avere esperienza precedente con coltelli buoni industriali per poter avanzare delle richieste specifiche all'artigiano, perché è quello il "plus" che ti dà, vale a dire fare qualcosa finemente cucito addosso a te e alle tue necessità, altrimenti sebbene io possa apprezzare tantissimo l'esercizio stilistico e professionale (tanto di cappello) credo che sia più facile sbagliare un acquisto di un artigianale che uno industriale. La linea industriale infatti è fatta per definizione per accontentare quante più persone possibile con il minor numero di modelli da fare in serie, quindi è più facile per me rientrare in quella statistica là.

Sono certo che prima o poi finirò catturato in quella rete lì... ma per ora ci vorrebbe troppo anche soltanto per orientarmi. Il mio compleanno è bello che passato ilre

Più che altro il mio post non era tanto volto a discutere di quel modello specifico, bensì delle caratteristiche dell'acciaio ad esempio, visto che ne leggo di tutti i colori.

Facendo ulteriori ricerche anche su questo forum ho notato che il marchio giapponese Miyabi sembra affidabile e un buon compromesso per cominciare a "fare sul serio" con i coltelli.
Ho trovato il modello 7000D santoku che viene recensito molto bene online. Forse mi convince anche di più del Kasumi che ho postato. In breve:

Miyabi, modello 7000D Santoku. 64 strati di acciaio inossidabile damascato più uno strato "centrale" di acciaio al carbonio. Credo che andrò su questo alla fine...

Immagine
Sume
Attività
Attività
 
Messaggi: 6
Iscritto: 26 Ott 2020 09:23

Re: Il mio primo coltello!

Messaggiodi Victor il 02 Nov 2020 17:56

Direi che il tempo porta buon consiglio, i miyabi sono già dei bei coltelli, direttive zwillin e produzione giapponese, un bel connubio.
Sono d'accordo sul fatto che sia più semplice comprare un coltello "industriale", suona male icon_biggrin , anch'io ho acquistato un giapponese in stile nord europeo, l'ho dovuto comprare su un sito americano che a sua volta ha girato l'ordine direttamente a Sakai, tempi di attesa lunghi ma coltello meraviglioso stra soddisfatto dell'acquisto
Takamura R2 180mm
Ora vedo che qualcosa è disponibile anche su Amazon Trilly-11
Buon acquisto a questo punto mi sembra che sei sulla strada giusta!
Allegati
IMG_20200312_125604_Bokeh_resize_28.jpg
IMG_20200312_125604_Bokeh_resize_28.jpg (206.06 KB) Osservato 256 volte
IMG_20190823_193835_resize_8.jpg
IMG_20190823_193835_resize_8.jpg (224.48 KB) Osservato 254 volte
Victor
Attività
Attività
 
Messaggi: 4
Iscritto: 29 Mag 2020 18:49

Re: Il mio primo coltello!

Messaggiodi jay il 03 Nov 2020 09:01

Belle lame, complimenti!
I meccanici sono stati creati perché anche gli ingegneri hanno bisogno di eroi!
jay
Attività
Attività
 
Messaggi: 1072
Iscritto: 16 Lug 2014 07:58
Località: Lurago d'Erba (CO)

Re: Il mio primo coltello!

Messaggiodi Sume il 03 Nov 2020 10:44

Victor ha scritto:Direi che il tempo porta buon consiglio, i miyabi sono già dei bei coltelli, direttive zwillin e produzione giapponese, un bel connubio.
Sono d'accordo sul fatto che sia più semplice comprare un coltello "industriale", suona male icon_biggrin , anch'io ho acquistato un giapponese in stile nord europeo, l'ho dovuto comprare su un sito americano che a sua volta ha girato l'ordine direttamente a Sakai, tempi di attesa lunghi ma coltello meraviglioso stra soddisfatto dell'acquisto
Takamura R2 180mm
Ora vedo che qualcosa è disponibile anche su Amazon Trilly-11
Buon acquisto a questo punto mi sembra che sei sulla strada giusta!


Wow, davvero bellissimi! spocht_2
Sume
Attività
Attività
 
Messaggi: 6
Iscritto: 26 Ott 2020 09:23


Torna a Coltelli da cucina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessun iscritto e 2 ospiti