Primi trattamenti termici, male male!

Tempra e rinvenimento

Re: Primi trattamenti termici, male male!

Messaggiodi Stignone il 12 Lug 2018 14:25

Paolo Zanoni ha scritto:Usiamo un poco di logica.
La tempra si produce grazie allo sbalzo termico dell'acciaio.
Lo sbalzo termico lo si produce raffreddando rapidamente il materiale nei vari metodi Aria, Acqua e nel nostro caso Olio.
Le differenze tra olio e olio sono notevoli se lo usiamo per cucinare, friggere, condire l'insalata e mettere nel motore rire , se lo usiamo per la tempra la differenza si riduce notevolmente.
Gli oli specifici per tempra hanno sicuramente un grado di dispersione termica a freddo controllata (quindi danno una certezza di risultato finale più precisa), avranno una viscosità corretta che agevolerà la dispersione termica, inoltre suppongo abbiano una durata superiore (da quello che so io sono eterni, non bruciano mai) e probabilmente minor rischio di incendio.
Gli oli vegetali sono sicuramente meno "performanti" di un olio specifico ma indubbiamente anche loro producono lo shock termico.
Sappiamo che l'olio vegetale va preriscaldato per due motivi il primo è ridurre lo shock termico e il secondo di aumentare la fluidità, è infatti noto che la parte d'olio a contatto della lama rovente si surriscalda creando una sorta di camera d'aria che riduce la velocità di raffreddamento (è anche per questo che tanti o mescolano l'olio con la lama o fanno tuffi ripetuti o immersioni differenziate).
Quindi secondo la MIA logica la differenza nella tempra tra un olio vegetale esausto ed uno fresco è inesistente, la differenza la fa la differenza di temperatura tra lama e olio e la capacità del coltellinaio di controllare il processo dello sbalzo termico e del seguente rinvenimento.
Per chi usa acciaio riciclato (come quello delle balestre) è importante anche fare dei cicli di rinvenimento anche prima della lavorazione della lama e della seguente tempra


Grazie è stato estremamente interessante, l'ultima volta avevo dimenticato di scaldare l'olio e purtroppo la tempra seppur migliore delle mie prime non è stata dura al punto giusto, comunque sul discorso oli sarò a posto per i prossimi 10 anni icon_biggrin
Sulle normalizzazioni avevo già cominciato, immaginando che le balestre avessero subito qualche tipo di trattamento avevo cominciato a scaldare e a fare raffreddare lentamente tra i carboni fino al giorno seguente,mi è stato anche d'aiuto sapere che si consigliano più trattamenti,io mi limitavo ad uno
Stignone
Attività
Attività
 
Messaggi: 12
Iscritto: 11 Mar 2018 18:40
Località: Medicina(BO)

Re: Primi trattamenti termici, male male!

Messaggiodi andreat63 il 12 Lug 2018 18:53

Stignone ha scritto:Sulle normalizzazioni avevo già cominciato, immaginando che le balestre avessero subito qualche tipo di trattamento avevo cominciato a scaldare e a fare raffreddare lentamente tra i carboni fino al giorno seguente,mi è stato anche d'aiuto sapere che si consigliano più trattamenti,io mi limitavo ad uno

il lento raffreddamento nelle brace del pezzo portato alla temperatura d'austenizzazione, non è la normalizzazione, ma la ricottura. e serve per ammorbidire l'acciaio, in particolare se è stato forgiato. comporta l'ingrossamento del grano, negativo per la qualità del filo.
la normalizzazione è l'arroventamento alla temperatura d'austenizzazione, e raffreddamento in aria calma. comporta l'affinamento del grano. se fai ricotture, devi fare normalizzazione, altrimenti l'arnese avrà un pessimo filo.
non ho avuto risultati soddisfacenti cercando di ricuocere il pezzo nelle brace che vanno ad esaurirsi. meglio immergere il pezzo in una padella di sabbia o cenere arroventati. tieni conto che, non avendo forni digitali per pilotare la ricottura come da scheda tecnica del determinato acciaio, possono essere necessari più cicli di questa ricottura "fai da te", in quanto gli acciai che oggi sono in circolazione hanno spesso elementi di lega che li rendono resistenti alla ricottura
andreat63
Attività
Attività
 
Messaggi: 910
Iscritto: 19 Dic 2009 12:04
Località: mantova

Re: Primi trattamenti termici, male male!

Messaggiodi rol51 il 12 Lug 2018 21:08

Grazie Paolo, ora è tutto più chiaro e mi regolerò di conseguenza.
rol51
Attività
Attività
 
Messaggi: 170
Iscritto: 15 Ott 2017 20:24
Località: Alghero ss

Re: Primi trattamenti termici, male male!

Messaggiodi Paolo Zanoni il 13 Lug 2018 14:23

andreat63 ha scritto:
Stignone ha scritto:Sulle normalizzazioni avevo già cominciato, immaginando che le balestre avessero subito qualche tipo di trattamento avevo cominciato a scaldare e a fare raffreddare lentamente tra i carboni fino al giorno seguente,mi è stato anche d'aiuto sapere che si consigliano più trattamenti,io mi limitavo ad uno

il lento raffreddamento nelle brace del pezzo portato alla temperatura d'austenizzazione, non è la normalizzazione, ma la ricottura. e serve per ammorbidire l'acciaio, in particolare se è stato forgiato. comporta l'ingrossamento del grano, negativo per la qualità del filo.
la normalizzazione è l'arroventamento alla temperatura d'austenizzazione, e raffreddamento in aria calma. comporta l'affinamento del grano. se fai ricotture, devi fare normalizzazione, altrimenti l'arnese avrà un pessimo filo.
non ho avuto risultati soddisfacenti cercando di ricuocere il pezzo nelle brace che vanno ad esaurirsi. meglio immergere il pezzo in una padella di sabbia o cenere arroventati. tieni conto che, non avendo forni digitali per pilotare la ricottura come da scheda tecnica del determinato acciaio, possono essere necessari più cicli di questa ricottura "fai da te", in quanto gli acciai che oggi sono in circolazione hanno spesso elementi di lega che li rendono resistenti alla ricottura


Grazie Andrea. Mentre scrivevo qualcosa mi suggeriva che stavo sbagliando il termine,
adesso che leggo il tuo post mi correggo :ok:
Avatar utente
Paolo Zanoni
Attività
Attività
 
Messaggi: 2653
Iscritto: 07 Set 2015 16:55
Località: Nuvolento (BS)

Precedente

Torna a Trattamenti termici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessun iscritto e 1 ospite