Guancette materiale misto

Metodi, disegni, schemi, sistemi di apertura chiusura blocco ecc

Guancette materiale misto

Messaggiodi virus il 15 Mag 2019 13:01

Buongiorno, e perdonatemi il titolo un po' astratto.
Ancora una volta ho bisogno di una dritta. Metto giù un'immagine con lo scopo di dare un idea. Vorrei al prossimo coltello, realizzare le terminazioni in metallo, non so quale nome abbiano tecnicamente. Che siano in acciaio oppure ottone, non ho capito come ancorarle sulle cartelle. Immagino che la colla non è il mezzo idoneo. Ho cercato ovunque, ma invano. meaculpa

Immagine

Mi aiutate? :aa:
Avatar utente
virus
Attività
Attività
 
Messaggi: 140
Iscritto: 31 Mag 2014 22:18
Località: Taranto

Re: Guancette materiale misto

Messaggiodi MM il 15 Mag 2019 13:04

Possiedo quel coltello, che è il Buck 110,
Generalmente, sono fissati con due perni ribattuti su fori svasati e pareggiati perfettamente.
Ciao
Marco Mirri
Oggi non faccio niente! ... Anche ieri non ho fatto niente, ma non avevo finito. (Snoopy)
Avatar utente
MM
Attività
Attività
 
Messaggi: 7889
Iscritto: 05 Dic 2006 17:10
Località: Imola (BO)

Re: Guancette materiale misto

Messaggiodi virus il 15 Mag 2019 13:42

MM ha scritto:Possiedo quel coltello, che è il Buck 110,
Generalmente, sono fissati con due perni ribattuti su fori svasati e paraggiati perfettamente.


Grazie. Senza nessun agente saldante? Due pins in diagonale?
Avatar utente
virus
Attività
Attività
 
Messaggi: 140
Iscritto: 31 Mag 2014 22:18
Località: Taranto

Re: Guancette materiale misto

Messaggiodi Cosimo de Febrari il 15 Mag 2019 14:06

ciao, il metodo indicato da Marco è quello più classico:

- spiani bene i sodi (o mostrina oppure bolster in inglese) dalla parte dove vanno in contatto con le cartelle
- blocchi i sodi con una pinza a scatto e li pareggi nel lato dove andranno in contatto con le guancette
- blocchi con una pinza a scatto sodo e cartella, dopo aver segnato sulle cartelle la linea di giunzione fra sodi e guancette
- fori da 2 o 3 mm sodo e cartella (almeno 3 fori, perché 3 punti individuano un piano)
- sulla cartella lato lama e sul sodo lato esterno svasi con una punta (rispetto al foro quanto più grande? Dipende dalla malleabilità del ribattino: se è ferro o ottone cotto si schiacciano e si adattano facilmente, se è inox AISI 308 o 304 si deformano molto meno, quindi svasi meno)
- ribatti i ribattini
- spiani e pareggi il tutto.

altro metodo (quello industriale):
- spiani bene i sodi (o mostrina oppure bolster in inglese) dalla parte dove vanno in contatto con le cartelle
- blocchi i sodi con una pinza a scatto e li pareggi nel lato dove andranno in contatto con le guancette
- blocchi con una pinza a scatto sodo e cartella, dopo aver segnato sulle cartelle la linea di giunzione fra sodi e guancette
- vai da uno che abbia una puntatrice e fai dare tre punti e i pezzi si saldano.
- spiani e pareggi il tutto.

C.
futu end ica usaho movi vit
Avatar utente
Cosimo de Febrari
Attività
Attività
 
Messaggi: 2299
Iscritto: 28 Ott 2009 17:28
Località: Colli Euganei (Padova)

Re: Guancette materiale misto

Messaggiodi MM il 15 Mag 2019 17:18

virus ha scritto:
MM ha scritto:Possiedo quel coltello, che è il Buck 110,
Generalmente, sono fissati con due perni ribattuti su fori svasati e paraggiati perfettamente.


Grazie. Senza nessun agente saldante? Due pins in diagonale?


Sì, due pin in diagonale nei sodi dal lato della lama, secondo me in questo ne bastano due perché il terzo lo fa il perno della lama; nel fondello (quello opposto alla lama) ne mettono anche tre.
Poi dal momento che ribatti due perni, puoi anche interporre un sottilissimo strato di colla epossidica dopo avere reso ruvide le superfici, male non gli fa.

Altro sistema è quello di eseguire un paio di fori nelle cartelle, bloccare i sodi sulle cartelle con la pinza a scatto, ed eseguire una brasatura direttamente nei fori, con lega a basso punto di fusione, quella che si usa per la saldatura delle guardie.
In questo modo saldi i sodi alle cartelle, poi spiani tutto l'interno della cartella eliminando l'eccesso della lega che ha riempito i fori e non si vede nulla.

Ulteriore metodo, ancora più figo, ricavi tutto dal pieno (come un integrale), ma ti serve una fresa.
Ma direi che con l'ottone, che è tenero come il burro, va bene anche un discreto trapano a mano bloccato su apposita colonnetta, e sotto una piccola morsa a croce.
Ciao
Marco Mirri
Oggi non faccio niente! ... Anche ieri non ho fatto niente, ma non avevo finito. (Snoopy)
Avatar utente
MM
Attività
Attività
 
Messaggi: 7889
Iscritto: 05 Dic 2006 17:10
Località: Imola (BO)


Torna a Tecniche costruttive - Pieghevoli

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessun iscritto e 1 ospite