Arco ricurvo in legno

Spesso... piacevolmente insieme ai coltelli

Arco ricurvo in legno

Messaggiodi Furbetto il 24 Lug 2016 09:54

Buongiorno a tutti, il prossimo mese molto probabilmente comprerò un arco ricurvo in legno da caccia, ho molte domande da farvi, eccone alcune:

1) So che va lasciato scordato quando non si utilizza per non far perdere elasticità ai flettenti, ma per quanto tempo massimo si può lasciare incordato?
2) Quando compro un ricurvo in legno take down, quando vado a montarlo, come distinguo il flettente che va sopra e quello che va sotto?
3) Con un ricurvo in legno da 66 pollici 36 libbre a 28-29 pollici di allungo, a che distanza massima arrivano le frecce? Quali "danni" fa a 8-10 metri?


Grazie Buona domenica! a presto. rk01_050
<< A mali estremi estremi rimedi >>

Matteo ~ マッテオ
Avatar utente
Furbetto
Attività
Attività
 
Messaggi: 200
Iscritto: 01 Lug 2015 18:58
Località: Marche

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi MM il 24 Lug 2016 13:40

Furbetto ha scritto:Buongiorno a tutti, il prossimo mese molto probabilmente comprerò un arco ricurvo in legno da caccia, ho molte domande da farvi, eccone alcune:

1) So che va lasciato scordato quando non si utilizza per non far perdere elasticità ai flettenti, ma per quanto tempo massimo si può lasciare incordato?
2) Quando compro un ricurvo in legno take down, quando vado a montarlo, come distinguo il flettente che va sopra e quello che va sotto?
3) Con un ricurvo in legno da 66 pollici 36 libbre a 28-29 pollici di allungo, a che distanza massima arrivano le frecce? Quali "danni" fa a 8-10 metri?


Grazie Buona domenica! a presto. rk01_050


1) puoi lasciarlo incordato anche dalla mattina alla sera, poi lo scarichi sempre.
2) di solito sono contrassegnati, chi mette una A per il flettente superiore e una B per l'inferiore. Di solito l'inferiore ha sempre scritti i dati tecnici dell'arco (libbre, lunghezza ecc.)
3) che domanda mal posta......in che senso che danni da a 8-10 metri? Cosa significa? I danni a una persona li fa anche distanza molto maggiore.... Con quelle libbre (nemmeno tantissime) un freccia arriva anche a più di 100 metri... dove vuoi arrivare con questa domanda?
Ciao
Marco Mirri
Oggi non faccio niente! ... Anche ieri non ho fatto niente, ma non avevo finito. (Snoopy)
Avatar utente
MM
Attività
Attività
 
Messaggi: 7381
Iscritto: 05 Dic 2006 17:10
Località: Imola (BO)

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi Furbetto il 24 Lug 2016 14:25

Grazie MM, non voglio arrivare da nessuna parte, era per rendermi conto di come costruire il bersaglio, grazie mille ciao.
<< A mali estremi estremi rimedi >>

Matteo ~ マッテオ
Avatar utente
Furbetto
Attività
Attività
 
Messaggi: 200
Iscritto: 01 Lug 2015 18:58
Località: Marche

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi Furbetto il 24 Lug 2016 17:32

Vorrei aggiungere, per tendere un arco in legno da 40 libbre 60 pollici, e un arco in legno sempre di 40 libbre ma 70 pollici, richiede la stessa forza? grazie
<< A mali estremi estremi rimedi >>

Matteo ~ マッテオ
Avatar utente
Furbetto
Attività
Attività
 
Messaggi: 200
Iscritto: 01 Lug 2015 18:58
Località: Marche

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi MM il 25 Lug 2016 08:09

Furbetto ha scritto:Grazie MM, non voglio arrivare da nessuna parte, era per rendermi conto di come costruire il bersaglio, grazie mille ciao.

E come pensi di costruirlo il bersaglio?
Ciao
Marco Mirri
Oggi non faccio niente! ... Anche ieri non ho fatto niente, ma non avevo finito. (Snoopy)
Avatar utente
MM
Attività
Attività
 
Messaggi: 7381
Iscritto: 05 Dic 2006 17:10
Località: Imola (BO)

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi MM il 25 Lug 2016 08:12

Furbetto ha scritto:Vorrei aggiungere, per tendere un arco in legno da 40 libbre 60 pollici, e un arco in legno sempre di 40 libbre ma 70 pollici, richiede la stessa forza? grazie


Se le libbre sono uguali, la forza richiesta è sempre a stessa. La lunghezza dell'arco non incide, sempre 40 libbre (18,2 kg) devi tirare.
Ciao
Marco Mirri
Oggi non faccio niente! ... Anche ieri non ho fatto niente, ma non avevo finito. (Snoopy)
Avatar utente
MM
Attività
Attività
 
Messaggi: 7381
Iscritto: 05 Dic 2006 17:10
Località: Imola (BO)

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi Furbetto il 25 Lug 2016 17:03

A cosa servono i pollici dell'arco? Nel senso, un arco in legno da 70 pollici 40 libbre, e un 60 pollici 40 libbre, cosa cambia? ( se la ""fatica"" che devo fare per tenderlo è sempre la stessa )?
<< A mali estremi estremi rimedi >>

Matteo ~ マッテオ
Avatar utente
Furbetto
Attività
Attività
 
Messaggi: 200
Iscritto: 01 Lug 2015 18:58
Località: Marche

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi MM il 25 Lug 2016 20:45

La lunghezza dell'arco, va considerata e scelta sulla base di vari fattori.
Prima di tutto l'allungo dell'arciere.
Un arciere che allunga quasi 30 pollici (io ad esempio) stressa molto di più i flettenti di un arco di 60 pollici (arco piuttosto corto), rispetto a un arciere che allunga 27 pollici. Quindi un arciere con braccia lunghe, sceglierà senz'altro un arco più lungo (rispetto ad un arciere con braccia corte) il quale sarà sottoposto a minore stress.
È anche vero che un aciere con un allungo generoso avrà un tiro con maggiore portanza della freccia, rispetto ad un arciere con allungo corto, sempre a parità di libbraggio.
Poi un arco corto chiude molto prima di un arco lungo, con conseguente velocità di uscita della freccia maggiore, inoltre è anche più comodo da portare in boscaglia. Quindi per la caccia si prediligono archi corti.
Un arco lungo è più fluido nel diagramma di trazione, mentre un arco corto tende a fare "muro" a fine allungo, che significa avvertire un senso di durezza, e maggiore fatica, nell'ultimo tratto della trazione.
Come vedi le variabili sono tante, e dipendono molto dalla morfologia dell'arciere e dal contesto di tiro.
Indipendentemente dalle libbre.
Oggi la "sfida" dei costruttori di archi tradizionali custom, è quella di produrre archi tendenzialmente corti (quindi alta velocità di uscita della freccia, che si traduce in poca parabola per raggiungere il bersaglio, e a caccia significa anche un tiro efficace, letale) anche per arcieri con un allungo generoso.
Io credo che vi sia un limite sotto il quale è bene non scendere, e che un arco non troppo corto dia ottime sensazioni di trazione e tiro. La qualità dell'arco dipende tutta da chi lo ha costruito. E in italia abbiamo ottimi costruttori.
L'arco sembra un attezzo semplice, e per certi versi lo è (si tira con l'arco da almeno 18.000 anni)... ma sottintende principi fisici e una gran varietà di variabili che lo fanno un attrezzo complesso.
Ciao
Marco Mirri
Oggi non faccio niente! ... Anche ieri non ho fatto niente, ma non avevo finito. (Snoopy)
Avatar utente
MM
Attività
Attività
 
Messaggi: 7381
Iscritto: 05 Dic 2006 17:10
Località: Imola (BO)

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi Cosimo de Febrari il 25 Lug 2016 21:52

MM ha scritto:L'arco sembra un attezzo semplice, e per certi versi lo è (si tira con l'arco da almeno 18.000 anni)... ma sottintende principi fisici e una gran varietà di variabili che lo fanno un attrezzo complesso.


Condivido in pieno. Estenderei anche ad un coltello lo stesso principio.
Consiglio per l'arco di iscriversi alla Fiarc o ad altra associazione arcieristica e di fare guidare da qualcuno di esperto almeno nei primi passi. Un arco anche di poche libbre se maneggiato incautamente é fonte di rischio per se e per gli altri.
Oltretutto con l'aiuto di persone esperte si impara prima e meglio e si fanno nuove amicizie.
Friends_emoticon

C.
futu end ica usaho movi vit
Avatar utente
Cosimo de Febrari
Attività
Attività
 
Messaggi: 2061
Iscritto: 28 Ott 2009 17:28
Località: Colli Euganei (Padova)

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi MM il 26 Lug 2016 07:29

Condivido anch'io. Friends_emoticon
Ciao
Marco Mirri
Oggi non faccio niente! ... Anche ieri non ho fatto niente, ma non avevo finito. (Snoopy)
Avatar utente
MM
Attività
Attività
 
Messaggi: 7381
Iscritto: 05 Dic 2006 17:10
Località: Imola (BO)

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi Ginko il 29 Lug 2016 21:34

MM ha scritto:La lunghezza dell'arco, va considerata e scelta sulla base di vari fattori.
Prima di tutto l'allungo dell'arciere.
Un arciere che allunga quasi 30 pollici (io ad esempio) stressa molto di più i flettenti di un arco di 60 pollici (arco piuttosto corto), rispetto a un arciere che allunga 27 pollici. Quindi un arciere con braccia lunghe, sceglierà senz'altro un arco più lungo (rispetto ad un arciere con braccia corte) il quale sarà sottoposto a minore stress.
È anche vero che un aciere con un allungo generoso avrà un tiro con maggiore portanza della freccia, rispetto ad un arciere con allungo corto, sempre a parità di libbraggio.
Poi un arco corto chiude molto prima di un arco lungo, con conseguente velocità di uscita della freccia maggiore, inoltre è anche più comodo da portare in boscaglia. Quindi per la caccia si prediligono archi corti.
Un arco lungo è più fluido nel diagramma di trazione, mentre un arco corto tende a fare "muro" a fine allungo, che significa avvertire un senso di durezza, e maggiore fatica, nell'ultimo tratto della trazione.
Come vedi le variabili sono tante, e dipendono molto dalla morfologia dell'arciere e dal contesto di tiro.
Indipendentemente dalle libbre.
Oggi la "sfida" dei costruttori di archi tradizionali custom, è quella di produrre archi tendenzialmente corti (quindi alta velocità di uscita della freccia, che si traduce in poca parabola per raggiungere il bersaglio, e a caccia significa anche un tiro efficace, letale) anche per arcieri con un allungo generoso.
Io credo che vi sia un limite sotto il quale è bene non scendere, e che un arco non troppo corto dia ottime sensazioni di trazione e tiro. La qualità dell'arco dipende tutta da chi lo ha costruito. E in italia abbiamo ottimi costruttori.
L'arco sembra un attezzo semplice, e per certi versi lo è (si tira con l'arco da almeno 18.000 anni)... ma sottintende principi fisici e una gran varietà di variabili che lo fanno un attrezzo complesso.


Notevole, complimenti per l'esposizione e la conoscenza in materia.
Fai venir voglia anche a un profano come me di avvicinarsi al mondo dell'arco tradizionale. :clap: :clap:
Avatar utente
Ginko
Attività
Attività
 
Messaggi: 312
Iscritto: 08 Nov 2015 17:26
Località: Como

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi Furbetto il 17 Set 2016 20:06

Ciao, riscrivo in questo post perchè girando nel web ho letto che una tizia con un arco da 33 libbre a trapassato un cinghiale di ben 140kg :wowo!!: ... è una bufala?
ecco dove lo letto:

http://www.cacciaconlarco.it/Magazine/A ... raggio.htm

Riporto la frase esatta:

Sua moglie Linda ha un allungo di 26 pollici. Quattro anni fa ha colpito con un tiro passante un cinghiale da 140 kg usando un Black Widow da 33 libbre.
<< A mali estremi estremi rimedi >>

Matteo ~ マッテオ
Avatar utente
Furbetto
Attività
Attività
 
Messaggi: 200
Iscritto: 01 Lug 2015 18:58
Località: Marche

Re: Arco ricurvo in legno

Messaggiodi MM il 18 Set 2016 08:35

Non è una bufala, quel sito è attendibile.
È possibile che sia successo, il Black Widow è un arco molto prestante, per cui le sue 32 libbre sono certamente sfruttate al meglio, e magari aveva una freccia affilatissima.
Ad ogni modo di norma è sconsigliabile usare libraggi così bassi per la caccia, specie al cinghiale, che ha la pellaccia molto dura. Il limite indicativo delle 45 minimo, non è sbagliato, anzi.
Nella pratica venatoria, al contrario del tiro alla targa, si usano frecce pesanti, e l'arco deve poterle spingere bene.
Ciao
Marco Mirri
Oggi non faccio niente! ... Anche ieri non ho fatto niente, ma non avevo finito. (Snoopy)
Avatar utente
MM
Attività
Attività
 
Messaggi: 7381
Iscritto: 05 Dic 2006 17:10
Località: Imola (BO)


Torna a Arcieria

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessun iscritto e 1 ospite

cron