Il mio nuovo arco!

Spesso... piacevolmente insieme ai coltelli

Il mio nuovo arco!

Messaggiodi Mauro Fiorentini il 26 Mag 2016 14:08

Ciao ragazzi, eccolo qua, è arrivato stamattina! l'ho comprato usato.... 30 euro spedito!

Immagine

Immagine

Immagine

ho qualche domanda...... perchè sono anni che tiro con l'arco, ma sempre con archi fatti in legno, questo è il primo "moderno", scomponibile in più pezzi e con la finestra laterale.
Volevo chiedervi, è questo il cosiddetto arco "compound"?
Inoltre, avete qualche informazione sulla ditta?
Quella specie di appiglio sopra la finestrella serve per stabilizzare la freccia?
Posso verniciare la parte esterna dei flettenti o c'è rischio di danneggiarli?

Grazie mille, buona giornata a tutti!
Avatar utente
Mauro Fiorentini
Attività
Attività
 
Messaggi: 367
Iscritto: 10 Dic 2012 13:01
Località: Ancona

Re: Il mio nuovo arco!

Messaggiodi Shirojiro il 26 Mag 2016 19:42

MM è il più esperto.
L'arco compound deve essere quello con le carrucole.
L'appiglio serve per appoggiarci la freccia.
48 libbre a 24 pollici mi sembra un arco tosto cioè duro. Forse i flettenti si sono "allentati".
Credo che si debba verniciare solo con resine particolari (elastiche), ma è un mio pensiero.
Aspetta, appunto, chi ne sa di più.
Avatar utente
Shirojiro
Attività
Attività
 
Messaggi: 11863
Iscritto: 16 Giu 2009 10:09
Località: Baricella (Bo)

Re: Il mio nuovo arco!

Messaggiodi billy il 26 Mag 2016 20:51

quello è 1 arco da targa devi avere delle frecce rapportate x le lbs altrimanti rischi di piantarti meta freccia nell'avambraccio...anche il braccio sx che tende l'arco va protetto con 1 banda di cuoio,se la corda al rilascio della freccia ti tocca il braccio ti diventa livido!calcola che 1 42 libs sfonda il cofano di 1 macchina da 20 passi...la freccia al momento dello scocco riceve 1 spinta di 23kg circa che la fa oscillare a mo di banana durante il suo traggitto tali sollecitazioni possono compromettere l'integrità del legno...x questo ti consiglio frecce in alluminio da 50/60 libs,comunque prima di maneggiarlo vedi qualche tutorial sia x la postura che per le precauzioni da adottare...la cocca va agganciata in 1 punto preciso della corda contrassegnato da 1 occhiello di ottone o da bande colorate,indice ,medio, ed anulare tendono la corda subito sotto la freccia ,la mano tendendo la corda sfiora il mento e si appoggia sotto la mascella dx...di solito usano dei mirini 1 applicato sull'arco l'altro va tenuto con la bocca nel caso di arco da targa il compound ha 1 occhiello sulla corda con 1 foro attraverso il quale si guarda e si allinea la mira con il mirino posto vicino al manico il mio ne ha diversi tarati x le varie distanze,20 30 40 50 mtImmagine questo è 1 compaund da 70 libs... esiste 1 sistema enpirico x tirare senza mirini x distanze di 15/25 metri,1 volta teso l'arco come sopra si prende la mira con la punta della freccia poi si abbassa la mira di 50 cm verticali in basso e se hai la mano ferma e salda per le 42lbs riesci a ceentrare il bersaglio, ciao da enrico fiorentini.
Ultima modifica di billy su 26 Mag 2016 21:39, modificato 1 volte in totale.
billy
Attività
Attività
 
Messaggi: 369
Iscritto: 24 Feb 2016 00:39
Località: provincia viterbo

Re: Il mio nuovo arco!

Messaggiodi Mauro Fiorentini il 26 Mag 2016 21:23

"le frecce rapportate per le libbre" quindi? che siano lunghe almeno 24 pollici?
un arco da targa... cosa si intende?

Calcolate che io finora ho tirato solamente con archi di tasso...osage... e rattan.... e approcciavo alle gare con la medesima filosofia... non sono un'enciclopedia dell'arco, mi servono spiegazioni come a un bimbo icon_e_biggrin

Comunque, con le frecce che ho (che comunque devo cambiare, perchè cominciano a sentire il peso degli anni), l'arco tira dritto e le spinge bene...... non mi pare allentato perchè faccio più fatica ad aprirlo tutto rispetto a quanta ne facevo prima con l'arco da 35 40 libbre... l'appiglio non è un pò alto, per appoggiarci la freccia? come funziona?

Grazieeeee!!
Avatar utente
Mauro Fiorentini
Attività
Attività
 
Messaggi: 367
Iscritto: 10 Dic 2012 13:01
Località: Ancona

Re: Il mio nuovo arco!

Messaggiodi billy il 26 Mag 2016 21:46

la lunghezza delle frecce deve superare di 4/5 cm l'appoggio ad arco teso cioè armato x cui va in base alle tue dimensioni di apertura braccia la freccia va posizionata perpendicolare stando appoggiata sul ponticello nel caso del compound che ha carrucole eccentriche è + alto il riferimento ma 1 volta teso va perpendicolare...x arco da targa si intende x uso sportivo con paioni e centro quelli olimpionici x capirsi il compound è da caccia usato soprattutto x il cinghiale ciao enrico fiorentini ps le mie informazioni risalgono a 25 anni or sono x cui da considerarsi approssimative come numeri...
billy
Attività
Attività
 
Messaggi: 369
Iscritto: 24 Feb 2016 00:39
Località: provincia viterbo

Re: Il mio nuovo arco!

Messaggiodi Mauro Fiorentini il 26 Mag 2016 22:11

Ah allora tutto regolare.... le frecce vanno bene per fortuna icon_smile
Grazie Enrico!

Ma insomma, che tipo di arco è? composito? una volta mi dicevano che gli archi sono divisi in 3 categorie: storici, tradizionali e moderni... "storici" quelli fatti in legno con metodi antichi e poche/nulle concessioni alla modernità... e questi sono quelli che usavo..... tradizionali ovvero di foggia antica ma fatti usando anche materiali moderni..... e i moderni che suppongo siano quelli a carrucole o tipo questo.... in quali altri tipi si dividono?

Grazieee!
Avatar utente
Mauro Fiorentini
Attività
Attività
 
Messaggi: 367
Iscritto: 10 Dic 2012 13:01
Località: Ancona

Re: Il mio nuovo arco!

Messaggiodi billy il 26 Mag 2016 22:27

Immagine
billy
Attività
Attività
 
Messaggi: 369
Iscritto: 24 Feb 2016 00:39
Località: provincia viterbo

Re: Il mio nuovo arco!

Messaggiodi gip il 26 Mag 2016 22:35

Io ti so dire che il tuo é un take down, cioè un arco smontabile.

Un arco dovrebbe essere scelto in base all'allungo che hai. Un metodo empirico per sapere l'allungo; metti una molletta da panni sulla freccia, incocca in modo che la molletta di appoggi al dorso dell'arco, tenendo teso braccio sinistro (se sei destro, altrimenti fai il contrario) tendi la corda fino a quando ti raggiunge lo spigolo destro della bocca. La molletta scorrerà lungo la freccia. Misura quindi lo distanza tra la molletta e la cocca e avrai l'allungo.
A questo punto dovresti prendere un arco che ha l'allungo ottimale come il tuo e scegliere le libbre che vuoi a quell'allungo.
Io sono altro 1.80 e allungo 28", potrei anche usare un arco da 48# a 24", tendendo l'arco ad un allungo di 28" avrei probabilmente una decina di libbre in più, ma 58 libbre mi sembrano un pò alte per un arco da tiro alla targa. Bisogna comunque vedere, nel mio caso, se é in grado di sopportare un allungo maggiorato di 4"
Giusto per la cronaca, io utilizzo uno storico in tasso da 54# @ 28"

Comunque, come ti hanno già detto, senti anche i suggerimenti di Marco

Ciao Giorgio
gip
Attività
Attività
 
Messaggi: 106
Iscritto: 06 Ott 2012 21:50

Re: Il mio nuovo arco!

Messaggiodi MM il 26 Mag 2016 22:44

Giusti i suggerimenti di Giorgio, ma ormai l'arco l'hai preso, quindi devi fare i conti con quello.
Sarebbe il caso misurare appunto il tuo allungo, e le libbre che l'arco sviluppa a quell'allungo, sono due dati fondamentali per la scelta della freccia.
L'appiglio, si chiama "Rest" e serve per appoggiarci la freccia, e va appoggiata solo lì.
L'arco che hai comprato è di una marca che non conosco.
La denominazione corretta è: Arco Ricurvo Take Down (smontabile).
Assomiglia molto ad un arco scuola, ma ha 48 libbre a 24 pollici di allungo, che non sono poche, anzi, certamente non da arco scuola. Bisognerebbe comunque vedere se realmente sono quelle scritte nei dati di targa.
L'hai pagato molto poco, bisognerebbe capire come stanno messi i due flettenti che sono gli elementi più importanti, e col tempo, a rischio di rottura.
La scelta della freccia, intendo come "spine" (flessibilità) è una cosa NON semplicissima per un profano.
Devi prima di tutto capire tu quanto allunghi, di conseguenza si sceglie una freccia di Spine adeguato, per adeguato intendo che deve tenere conto della lunghezza (tuo allungo + qualcosina) e delle libbre sviluppate dall'arco, al tuo allungo, e del peso della punta. Esistono tabelle in merito, oppure ti affidi ad un negoziante valido, esperto.
Più una freccia è lunga, più si comporta da morbida, e viceversa.
Più la punta è pesante, più la freccia si comporta da morbida, e viceversa.
Quindi è importante sapere quanto la TUA freccia è lunga, e quanto peso in punta metti, per scegliere un'asta di flessibilità (spine) adeguata.
Lo Spine giusto, unito al peso della punta giusto, farà uscire la freccia (senza le penne) dal tuo arco bella diritta. Impennata sarà ancora meglio.
La freccia giusta, per un fenomeno detto "paradosso dell'arciere", esce dall'arco senza toccare praticamente nulla dell'arco. Lo tocca solo nell'istante dello scocco, poi compie delle flessioni perfette ed esce aggirando il rest.
La freccia troppo morbida o troppo rigida esce male.
Le frecce possono essere di: Legno, Alluminio, Carbonio, Carbonio+Alluminio.
Ti consiglio di inziare con aste economiche (max 4 euro) in carbonio.

Guarda questi video, spiegano il paradosso dell'arciere.
Nel primo quello col cappello è Ferguson, uno dei migliori arcieri tradizionali in vita, quasi un funambolo, colpisce di tutto, che sia fermo o al volo.
https://www.youtube.com/watch?v=O7zewtuUM_0

Nel secondo dei bellissimi slow motion fanno vedere il comportamento della freccia allo scocco, e alla fine mostra l'anomalo comportamento di una freccia in legno troppo morbida.
https://www.youtube.com/watch?v=WzWrcpzuAp8

Ad ogni modo, regola generale per capire se una freccia è di Spine giusto:
Si tira una freccia spennata, contro un battifreccia morbido (importante, morbido, non un paglione) a 5 metri di distanza, senza mirare a un bersaglio, semplicemente si scocca contro il battifreccia. L'importante è che tu faccia il movimento giusto, cioè arrivare al tuo allungo (nè più nè meno) e scoccare bene senza movimenti strani della mano dell'arco e della mano della corda, altrimenti la prova viene falsata.
Se la freccia si pianta con la cocca a sinistra rispetto alla punta, la freccia è morbida.
Se la freccia si pianta con la cocca a destra rispetto alla punta, la freccia è troppo rigida.
Se la freccia si pianta con la cocca in asse rispetto alla punta, perpendicolare quindi al battifreccia, la freccia è giusta.

Attenzione anche al punto di incocco sulla corda, molto importante anche questo.
Bisogna usare la squadretta, e segnarlo bene sul serving della corda. Dev'essere un po' più alto dell'orizzontale.
Leggi qui:
http://www.lerondiniarcieri.it/index.ph ... -d-incocco

Chiudo con un assioma, già enunciato dai nativi americani secoli fa:
È molto più importante la freccia, rispetto all'arco.
Ciao
Marco Mirri
Oggi non faccio niente! ... Anche ieri non ho fatto niente, ma non avevo finito. (Snoopy)
Avatar utente
MM
Attività
Attività
 
Messaggi: 7828
Iscritto: 05 Dic 2006 17:10
Località: Imola (BO)


Torna a Arcieria

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessun iscritto e 1 ospite